Conosci Nicolò Pomini, il nostro nuovo Software developer

Benvenuto Nicolò! Per iniziare, descriviti brevemente. 

Ciao a tutti, sono Nicolò e abito a Mattarello, un paese a sud di Trento. Ho conseguito la laurea triennale in informatica all’università di Trento la scorsa estate, e sto ora facendo la magistrale nella medesima facoltà, sempre in informatica. Sono un amante dell’aria aperta: mi piace correre, andare in bici e camminare, ma sono anche un grande appassionato di sport in generale. Penso che gli sport che non mi piacciono si possano contare sulle dita di una mano.

Che cosa ti ha portato ad U-Hopper?

Sono arrivato qui quasi per caso, grazie ad un professore (Alberto Montresor) che mi ha proposto una tesi interessante da svolgere ad U-Hopper. Dopo aver superato una breve selezione, ho quindi svolto un tirocinio formativo in azienda, lavorando sull’identificazione di un certo tipo di eventi – chiamati life events – all’interno di un profilo social. In breve, ho progettato un sistema che è in grado di capire se una persona, all’interno del proprio profilo social, ha mostrato interesse verso un certo life event, come il matrimonio o la nascita di un figlio, ed è quindi molto probabilmente interessata da vicino a questo tipo di evento importante. I risultati di questo tirocinio hanno costituito la mia tesi triennale, che ho discusso con successo nello scorso mese di luglio. Al termine del tirocinio, mi è stato chiesto di restare ad U-Hopper anche per il futuro, con la possibilità di lavorare e studiare, e non ho potuto rifiutare questa incredibile offerta.

Com’è l’esperienza di lavorare e studiare contemporaneamente?

Diciamo che fino adesso va tutto bene. Per questo semestre sono riuscito a frequentare quasi tutte le lezioni, grazie alla grande flessibilità offertami dall’azienda. La “parte divertente” inizia ora, con la sessione invernale,  anche se sono abbastanza ottimista a riguardo.

In generale, le giornate sono abbastanza lunghe ed intense, ma allo stesso tempo ricche di soddisfazioni. Ovviamente non mi rimane molto tempo libero, perché sia lavorare che studiare sono delle attività che richiedono dedizione ed impegno costante, ma mi piace molto quello che faccio e il periodo che sto vivendo: è tutto molto stimolante. In più, lavorare sulle stesse cose che studio in università è un vantaggio: in questo modo ho un costante riscontro tra l’applicazione scientifica ed industriale dell’informatica.

Lavorare e studiare contemporaneamente mi da anche l’opportunità di di crescere personalmente, e di imparare tante cose utili nella vita di tutti i giorni, come l’importanza del tempo. In più, al momento vivo ancora con i miei genitori, e quindi so di avere sempre un solido sostegno in caso di necessità.

Che cosa ti piace di U-Hopper?

Tutto, davvero. Mi piace ciò che facciamo, perché affrontiamo problemi di diversa natura e di diverso dominio, e in questo modo cresciamo molto professionalmente, sia come individui, sia come collettivo. Mi piace molto anche l’ambiente che c’è in ufficio: siamo una squadra giovane, dinamica e internazionale, con diverse origini e diversi passati professionali. Penso che la diversità sia una grande opportunità per tutti, in qualsiasi aspetto della vita, e qui ad U-Hopper riusciamo a trarre il massimo da essa, quotidianamente: tutti i componenti della squadra crescono e fanno crescere gli altri allo stesso tempo.

In più, molti di noi sono amanti dello sport, e non vedo l’ora che arrivi la bella stagione per poter andare a correre o in bici con i miei colleghi.

Quali sono le tue aspettative?

Mi aspetto di imparare e di acquisire esperienza, ma anche di contribuire alla crescita  dell’azienda. Mi piace davvero molto essere qui, e fare la cosa che ti piace è un grande vantaggio per riuscire a farla al meglio.

Grazie, e buona fortuna!