AI e efficienza energetica

Qualche giorno fa sono stato a Brussels, invitato a partecipare ad una tavola rotonda di alto livello organizzata da JRC sul tema Intensive Data Processing and Energy Efficiency – Innovative Green Technologies for Artificial Intelligence. A questo incontro hanno partecipato svariati rappresentanti dell’industria attiva sui temi ICT ed energetico in aggiunta a scienziati di alto profilo e politici. La discussione si è focalizzata sull’impatto – in termini di consumo energetico e sostenibilità – del trend che oggigiorno sta incoraggiando l’utilizzo di intelligenza artificiale su grande scala, applicandola sulla mole di dati sempre crescente resa disponibile dai dispositivi IoT. Il dibattito si è inoltre esteso alle possibile prospettive dell’Europa nei confronti della IA
A seguire alcuni dei punti più caldi toccati:

  • Il fenomeno IA è senza freni. Non solo, questo fenomeno farà aumentare il consumo di energia associato a servizi ed infrastrutture digitali. Allo stesso tempo l’adozione di intelligenza artificiale può portare a benefici significativi – in termini di efficienza e sostenibilità energetica – ad un gran numero di domini applicativi. Ancora non è chiaro se raggiungeremo uno sweet spot
  • IA è ancora energy hungry. Ci sono già prime soluzioni che propongono metodi di ottimizzazione ed implementazioni che minimizzano il consumo di energia ma tutto questo à ancora ad uno stato relativamente giovane – e relativamente immaturo.
  • IA si sposterà dai datacenter, spostandoci verso approcci edge e fog. Questa tendenza apre ovviamente nuovi bisogni e sfide per cui sarà importante riuscire a scalare in modo efficiente una soluzione inizialmente pensata e sviluppata per il cloud in modo da poterla utilizzare anche dove i dati vengono generati e consumati. Tutto questo offre anche nuove opportunità per quei giocatori che hanno perso il treno delle soluzioni datacenter; in particolare, le aziende europee potrebbero essere qualche passo avanti riuscendo così ad avvantaggiarsi in questo settore.
  • Rendere green un approccio fog è molto più complicato che rendere green un datacenter. Incentivi non monetari, incluse nuove regolamentazioni, potrebbero essere necessarie per ottenere la sostenibilità energetica in questi scenari.

Per chi è interessato a saperne di più su questi argomenti, ecco le slide che ho presentato sul tema The evaporating cloud: from data centers to fog computing.